set 1

Nome gioco: La Leggenda di Raldon
Autore: Raldon
Tool: Rpg Maker 2000
Anno d’uscita: 2008

La Leggenda di Raldon è un gioco di ruolo classico creato da Raldon, utente e collaboratore con la rivista di Rpg2s.

Istallazione

Raldon ha compresso tutta l’istallazione in un unico file WIZARD, così da semplificare la procedura. Le RTP sono incluse, pertanto non c’è bisogno di aver RpG Maker 2000 sul proprio computer.

Il file non è troppo grosso, e anche i giocatori senza la banda larga dovrebbero riuscire a scaricarlo in tempi relativamente brevi.

1

Trama e background

La vicenda inizia con la presentazione di Zoltan, un ragazzo dai capelli blu con qualche nozione di lotta; viene incaricato di difendere i premi della caccia al tesoro di Orpheus, tranquilla cittadina che si affaccia sul mare. Infine sarà convinto dal fratello Wallace a partecipare alla caccia, riuscendo ad arrivare sul podio.
Ma durante la premiazione una guardia porterà la terribile notizia di un rogo doloso scoppiato nel porto della città. Il Marchese di Orpheus, Karol, deciderà quindi di salvaguardare la salute dei suoi cittadini evacuando la città, e mandando i primi due classificati della caccia al tesoro a chiedere aiuto al Re, Egida.
Ma ancora nessuno si immagina della potente forza oscura che sta tramando alle loro spalle…

Caratteristiche Tecniche

-Grafica

I chara sono tutti RTP, mentre le ambientazioni sono realizzate in stile medievale più “serio”.

Il contrasto si nota molto, soprattutto nelle note cromatiche: le RTP tendono a “farsi notare” un po’ troppo, creando talvolta delle accozzaglie sgradevoli o innaturali.

-mapping

Il mapping è, purtroppo, molto scarno. Gli interni, finché sono di piccole dimensioni, sono riempiti fino a un punto soddisfacente, ma la qualità peggiora di molto con l’aumentare delle dimensioni della mappa.

Ci si ritrova così a vagare per sotterranei enormi, senza punti di riferimento precisi: mettere qualche abbellimento, come scheletri, strumenti di tortura, crepe nei pavimenti e nei muri avrebbe aumentato la qualità di un aspetto forse troppo trascurato.

2

-Programmazione

La programmazione presenta qualche bug ogni tanto, ma fortunatamente è priva di errori che bloccano l’esperienza di gioco.

A volte si trovano dei bug (per esempio, nel passaggio che collega Orpheus al castello di Re Egida, sei costretto a parlare col fantasma ogni volta che metti piede su una casella prestabilita, anche se l’evento è già scattato in passato).

Raldon ha avuto l’ottima idea di inserire una piccola guida, sbloccabile all’inizio del gioco e attivabile tramite il tasto 1, e altri accorgimenti che sono a volte “dimenticati” negli altri giochi (come il visualizzatore di punti durante la caccia al tesoro).

Nella schermata di combattimento, il BS risulta essere laterale, eliminando quindi quello default frontale.

I personaggi sono realizzati abbastanza bene, e una barra stile Final Fantasy ci avvisa quando i personaggi possono agire. L’esperienza col BS risulta essere gradevole, senza intoppi con le animazioni e gli spostamenti delle immagini.

3

-Musiche ed effetti sonori

Le musiche de La leggenda di Raldon sono perlopiù RTP, amalgamate con molti brani ripresi da Final Fantasy IX.

Considerando la qualità delle RTP musicali di RpG Maker 2000, forse sarebbe stato meglio limitarle o sostituirle con RTP delle versioni successive (2003, XP, VX), salvo rare eccezioni.

-Dialoghi e Grammatica

I dialoghi sono strutturati senza errori grammaticali rilevanti (ne ho notati veramente pochi) e sono di qualità tutt’altro che bassa.

A volte la qualità si abbassa un pochino, ma rimane comunque un’esperienza gradevole leggere le interazioni coi personaggi.

Non sarebbe stata una cattiva idea di inserire due o più discorsi per gli npc, scelta che comunque non intacca molto il gioco.

Ed eccoci arrivati al momento del riepilogo:

-Grafica: l’uso dei chara RTP, con l’accostamento cromatico delle mappe, da vita a dei contrasti non sempre piacevoli.

Voto: 6-

-Mapping: risulta purtroppo scarno e senza aggiunte particolari per rendere al meglio l’esperienza di gioco, soprattutto nelle mappe più estese.

Voto: 5

-Programmazione: ottimo lavoro per quanto riguarda il BS, e anche buoni gli “add-on” presenti nello svolgimento del gioco. Nessun errore critico, solo qualche bug ogni tanto,

Voto: 7+

-Sonoro: RTP o riprese da Final Fantasy, la qualità è purtroppo bassa a causa dell’obsolescenza delle musiche default di RpgMaker. Usare quelle delle ultimi versioni avrebbe reso probabilmente meglio.

Voto: 6 e mezzo

Dialoghi: strutturati abbastanza bene, e solo a volte un po’ frettolosi.

Rendono bene l’idea di cosa sta succedendo attorno al giocatore.

Voto: 7-

Longevità: un gioco completo, con molte ore di gioco da offrire.

Voto:7 e mezzo

Media totale:6+

Un gioco abbastanza valido se pensato nelle teoria, ma che lascia a desiderare sul piano pratico. Si poteva fare molto di più, specialmente sulle mappe. Tuttavia, se siete amanti dei giochi “vecchia scuola”, senza pretese grafiche, potreste aver trovato un gioco per voi.