R²S Magazine » Blog Archive » Football Summer
giu 1

Nome gioco: Football Summer
Autore: Egida
Tool: Rpg Maker 2000
Anno d’uscita: 2008

Un gioco un po’ “Fuori dalle Righe”, forse, che ha suscitato qualche perplessità quando è stato postato, perplessità a cui sono seguite lodi e consigli su come migliorarlo. Il cercare di rompere i limiti di Rpg Maker è uno dei sogni che sempre più Makeratori cercano di raggiungere e in Football Summer troviamo un concreto tentativo. Nonosante la grafica tipica di Rpg Maker, quindi ancora lontana da giochi del calibro di Fifa o Pes, il tentativo di programmare per intero una partita di calcio c’è stato, ed è venuto molto bene. Chi ha avuto modo di provare anche le versioni antecedenti a Football Summer 2008 (scaricabili liberamente dal sito dell’autore) capisce di cosa sto parlando, in quanto si nota uno sviluppo sia a livello di programmazione che sul piano della qualità.

s1


Cori da Stadio!

In un gioco di calcio che si rispetti non può assolutamente mancare una cosa: il sonoro! Chi di voi è mai stato ad uno stadio ed ha sentito silenzio? Per questo Egida ha inserito in questo gioco sia alcuni cori che si sentono in sottofondo che una cronaca rippata da giochi di calcio professionali, giochi per Playstation e PC. Per questo ogni azione calcistica dei nostri giocatori ha un suo commento da parte del cronista, sia che si tratti di un tiro, di un gol o di un fuori. Ogni tanto avremo anche delle considerazioni sull’andamento della partita. Inoltre in Football Summer si può trovare una musica di sottofondo, cosa inaudita nei giochi di calcio ma ben inserita soprattutto per interporsi ai silenzi che abbiamo nei momenti di non-cronaca, silenzi che sarebbe però meglio eliminare. Quello che manca nel sonoro è forse un po’ più di varietà nei cori e una sonorità degli effetti atmosferici, soprattutto lo scrosciare della pioggia nelle giornate… non proprio soleggiate.

sw

Come si gioca?

Sul Gameplay si possono trovare due situazioni contrastanti, una perché sfruttata bene, un’altra perché sfruttata male. Partiamo dalla prima, e parliamo di tasti: nel gioco abbiamo infatti la possibilità di utilizzare ben 13 tasti dei 17 messi a disposizione dal tool utilizzato, Rpg Maker 2003. Infatti avremo dei tasti per muovere i giocatori, dei tasti per calciare, tirare e lanciare un pallonetto e dei tasti per cambiare giocatore in mezzo alla partita. La parte di gameplay negativa è l’ IA dei giocatori: infatti i si raggruppano troppo intorno alla palla e a volte il calciatore controllato dal giocatore si trova a non poter raggiungere la palla perché impedito dagli avversari e dai compagni di squadra. Sarebbe una buona idea nel caso Egida volesse realizzare un Rugby Summer, ma per il calcio purtroppo non va bene. Possiamo quindi dire che l’IA ha ancora molta srada da fare ma chissà se tra un paio d’anni vedrete su questo stesso magazine delle lodi al gioco Football Summer 2013…

Che Faccia!

Eccoci qua a parlare di Grafica. Anche qui come nel gameplay possiamo trovare qualcosa di buono e qualcosa di cattivo. Ma siccome sono sadico parlerò prima male, poi bene. Va detto innanzitutto che il chipset utilizzato non è proprio adatto ad un gioco di calcio e non per l’erba e per il gesso, che fa comunque il suo effetto, ma in particolare per le porte e per la recinzione esterna dello stadio: le prime sembrano un alone di fumo stile “Mostro di Lost” (anche meno…), comunque non sono definibili “Porte”, sono solo dei chipset più scuri, la seconda andrebbe bene se fosse la recinzione di un orto, non quella di uno stadio… L’ultima cosa è il pubblico: a dispetto dei cori da stadio gli unici spettatori sono dei tizi (pochi) che guardano la partita in piedi perché non ci sono tribune… possibile che a guardare una partita Barcellona-Manchester e a veder giocare calciatori del calibro di Ibrahimovich e Ronaldinho ci siano tre gatti, e per giunta in piedi?Adesso che sono stato cattivo dirò invece che c’è di buono: la caratterizzazione dei giocatori è fatta con molta accuratezza, ogniuno dei chara che rappresenta il giocatore, oltre alla maglia propria della sua squadra (ci mancherebbe…) ha anche le caratteristiche personali di quel giocatore nella realtà come le caratteristiche facciali, il colore degli occhi e della pelle e la lunghezza e il colore dei capelli.

Concludendo…

Il tentativo di creare un gioco di questo genere tuttavia si porta dietro una serie di topic più recenti, quali tentativi di programmare altri giochi di calcio, simulazione di altri sport e addirittura picchiaduro, sempre utilizzando le risorse messe a disposizione di Rpg Maker.
Integrando questo gioco con altri progetti che vedono il loro punto di forza nella grafica o nell’IA degli avversari potremo raggiungere, forse, un livello di professionalità degno dei migliori Giochi di Calcio e forse, un giorno, romperemo le barriere imposte dal nostro Tool preferito per arrivare a programmare giochi che con l’RPG hanno veramente poco o niente a che vedere.

s2

E ora i numeri!

Grafica: 6 (Per l’accuratezza dei giocatori)
Sonoro: 7 (Potrebbe aspirare a voti più alti eliminando i silenzi nella cronaca)
Gameplay e IA: 5,5 (Buono l’utilizzo dei tasti, ma non poso dare la sufficienza…)
Longevità: 7 (Se vi appassionate sarà dura arrivare alla serie A!)

VOTO FINALE: 6+

s5